La cultura italiana

La cultura italiana

Home > La cultura italiana
PATRIMONIO SCIENTIFICO
Con Galeno, medico greco antico del III secolo, nasce in Italia la Scienza, per come la si intende oggi. Il suo lavoro ha influenzato la scienza europea per un millennio.
Con la rivoluzione scientifica nel XVI secolo inizia ad affermarsi la scienza moderna. In questo periodo, in Italia Galileo Galilei sviluppò le basi del metodo scientifico, che metteva l`accento sulla sperimentazione e sulla ragione.
 
Non meno importante è stato il contributo italiano in tempi moderni, con personaggi come Luigi Galvani e Alessandro Volta ricordati per gli studi pionieristici sull`elettricità, Antonio Pacinotti che inventò la dinamo, Antonio Meucci che inventò il telefono. Anche tra i premiati con il Nobel sono presenti degli italiani illustri come Enrico Fermi e Guglielmo Marconi per la fisica, Giulio Natta che fu uno dei padri della chimica industriale, Camillo Golgi e Rita Levi-Montalcini per il loro contributo alla medicina.
 
PATRIMONIO ARTISTICO
 
Il patrimonio artistico dell`Italia abbraccia tutti i settori, dalle scienze architettoniche a quelle umanistiche, dal campo musicale a quello del design industriale.
Già centro di un vasto impero romano da cui è derivato un enorme patrimonio archeologico, culturale e letterario, la penisola italiana fu culla dell`umanesimo medievale e del Rinascimento.
Lo sviluppo delle scienze architettoniche ha lasciato sul territorio italiano un inestimabile patrimonio architettonico caratterizzato in ogni epoca da uno stile unico ed inimitabile.
L`elenco degli artisti italiani celebri è molto lungo e comprende Giotto, Botticelli, Leonardo, Michelangelo, Tintoretto e Caravaggio. Il paese ha dato i natali a famosi musicisti quali Verdi e Puccini e al regista Federico Fellini.
Insigni personalità, del calibro di Machiavelli, Dante, Leonardo e Galileo, hanno contribuito a forgiare il pensiero politico, le filosofie e le arti in Europa.
 
In tempi più recenti, tra i rappresentanti della letteratura italiana contiamo Giosuè Carducci, Eugenio Montale, Grazia Deledda, Luigi Pirandello, Salvatore Quasimodo e Dario Fo, insigniti del premio Nobel per la letteratura.
Forte impulso al paese è stato dato nel XX secolo anche dal Design industriale e dalla Moda.
L`arte e la musica sono sicuramente gli ambiti di eccellenza della cultura italiana più noti nel mondo. La prima ha avuto la sua espressione più alta e caratterizzante nel periodo che va dal Quattrocento al Seicento inoltrato, periodi noti come Rinascimento e Barocco; ma la lunga storia del paese, ed i numerosi periodi di ricchezza che ha attraversato, hanno lasciato in eredità esempi artistici di notevole bellezza e prestigio durante le varie epoche e civiltà, rendendo l`Italia un caso unico al mondo per la sua varietà di beni artistici e per la loro diffusione capillare sul territorio. L`Italia vanta il maggior numero di siti dichiarati patrimonio dell`umanità dall`UNESCO, ben 47 siti che rappresentano il 60% dei beni culturali di tutto il mondo ed è il quinto paese più visitato del mondo.